Gen 29, 2014 - Senza categoria    Commenti disabilitati su Le cose che voglio…

Le cose che voglio…

Per tanto tempo ho pensato solo alle cose che non volevo dalla vita e immancabilmente sono arrivate tutte. Adesso, voglio cambiare registro e pensare solo alle cose che voglio dalla vita… Ma quali sono queste cose?

Se penso a cosa voglio, la prima cosa che mi viene in mente è che voglio essere amata veramente. Cosa significa? Semplice, voglio sentirmi amata e non esposta come un trofeo da esibire. L’ultimo fidanzato voleva presentarmi a tutti i suoi familiari, parenti e amici dei suoi familiare e ai suoi nuovi amici… Mi sentivo messa in mostra, un trofeo da mostrare in giro, come se lui dicesse “guardate, anch’io ho trovato una donna!”. Ecco voglio un uomo che ami me  e non l’idea di essere fidanzato. Voglio un uomo che sia più grande di me e che mi faccia sentire al sicuro, che abbia bisogno di una donna più che di una mamma… Ecco, l’ho detto!

 

Gen 29, 2014 - Senza categoria    Commenti disabilitati su

Aggrappata alla mia finta libertà, tutto quello che vorrei è poter tornare indietro e fare cose diverse da quelle che ho fatto. Sono scappata dal mio biondino perché a mia madre non piaceva, e forse anche perché mi ero scocciata di quella situazione di stallo in cui non capivo cosa lui provasse per me. Non volevo più essere solo sua amica e ho buttato tutto al vento. Questa è la storia della mia vita: io che butto al vento qualche cosa. L’amore, l’amicizia, il lavoro… e resto immobile nella mia vita fallimentare, in attesa di qualcosa che non giungerà mai perché io non sarò pronta. Vorrei avere tanti amici, vorrei vivere una vita piena e invece sono qui a scrivere quattro frasi al computer…

Gen 15, 2014 - Fiabe    Commenti disabilitati su La solitudine

La solitudine

Le amicizie sono il sale della vita, è bello avere delle persone con cui ridere, con cui condividere delle passioni o anche solo dei piccoli momenti della propria giornata.

Ci sono persone che sono portate ad essere socievoli, apprezzate da tutti e ben viste e poi ci sono le persone come me.

Chi sono io?

Mi sono sempre definita un lupo solitario, una di quelle persone che moriranno da sole senza aver lasciato traccia del proprio passaggio sulla Terra. Ma è proprio così?

Vi racconto una storia…

La protagonista si chiama Sophie. La famiglia di Sophie era una di quelle famiglie vecchio stile, dove il padre ricopriva il ruolo di capofamiglia ma la vera persona che comandava era la madre, lei gestiva le finanze della famiglia e decideva quello che c’era da decidere. A volte il padre veniva coinvolto ma solo per essere indirizzato verso la decisione giusta da prendere, ovviamente era la madre a stabilire cosa fosse giusto e cosa no. La storia però non parla della famiglia di Sophie. La storia parla di una bambina, sempre molto allegra, vivace e curiosa del mondo che però non riusciva a capire le persone e cercava di compiacerle per risultare ben accetta. Aveva scoperto in famiglia che bastava assecondare i capricci della madre per ottenere tutto quello che voleva: l’amore. L’amore di sua madre era qualcosa che Sophie credeva di dover conquistare con le sue azioni e non si era mai resa conto che quella madre troppo assillante, faceva la stessa cosa con Sophie: voleva conquistare il suo affetto. Ad entrambe era sfuggito qualcosa di fondamentale, cioè che l’affetto non si conquista, non si merita, non si chiede. L’affetto si da e basta.

Così, Sophie, nell’eterna ricerca di persone che le volessero bene ha iniziato questo meccanismo di ricatto che aveva imparato da sua madre: io faccio qualcosa per te quindi mi devi voler bene. Sophie non aveva mai capito che le persone non si comprano con favori o con altri mezzi, le persone e il loro affetto si coltivano come un fiore raro e prezioso… Sophie era una pessima giardiniera e così i suoi affetti sparivano o li faceva scomparire lei se diventavano troppo opprimenti. Sophie diventò una donna incapace di relazionarsi con gli altri che venivano vissuti come il nemico da abbattere o da conquistare.

Un giorno, dopo aver detto addio al suo amore più recente, Sophie si rese conto di essere sola. Non aveva amici, non aveva un amore. Era sola contro il mondo. Cosa avrebbe potuto fare quell’anima infelice che ancora adesso non capiva come stare in mezzo alle altre persone?

Immagine presa da www.wikipedia.org

 

dreaming-london

Gen 15, 2014 - Sogni    Commenti disabilitati su Andare a Londra…

Andare a Londra…

Foto presa dal sito http://www.direttanews.it/

Foto presa dal sito http://www.direttanews.it/

La mia vita è cambiata eppure nulla è si modificato: sono ancora allo stesso punto in cui ero due settimane fa. Ho solo qualcosa di diverso nella mente e nel cuore: il dolore per una separazione che io stessa ho voluto e imposto al mio ex-ragazzo. Gli ho spezzato il cuore, l’ho brutalmente abbandonato a se stesso, per giorni prima che gli arrivasse la mia lettera d’addio.

Sono crudele? Sono vigliacca?

Forse è così.

Oggi, dopo aver rimesso in discussione ogni mia scelta degli ultimi due anni, ho finalmente capito cosa voglio davvero: voglio andare a vivere a Londra. Non è un capriccio, non è una fuga. Questa è una scelta.

Come posso mettere in atto questa scelta? La cosa più facile sarebbe fare la valigia e partire… Ma io non amo la via più facile ma quella più faticosa e allora cosa farò?

Lo scoprirò vivendo.

dreaming-london

Gen 15, 2014 - Senza categoria    1 Comment

Il mio nuovo MyBlog

Questo è un articolo (o post) di esempio per il tuo nuovo blog su MyBlog 🙂
Puoi modificarne titolo o testo, inserire immagini e video o, se vuoi, cancellarlo.
Inizia subito a scrivere sul tuo blog ciò che più ti piace e ti interessa, pensa alle persone che lo leggeranno (da pc, da smartphone e da tablet) e buoni post!
Altre informazioni nella guida. Per vedere gli altri blog vai qui.